Venezia: degrado e maleducazione dilagano

Venezia. Forse andava di fretta o forse voleva risparmiare gli spiccioli necessari di una toilette pubblica. Fatto sta che, quel bisogno fisiologico, liberato all’aria aperta è costato caro, carissimo, ad un 36enne veneziano, che rientrava a casa dal lavoro.

Con i soldi della multa, che gli è stata combinata, 3000 euro da versare nelle casse del Comune, avrebbe potuto soggiornare per più di qualche giorno, nei migliori alberghi di Venezia.

Ero in ritardo” si è giustificato l’uomo. “Dovevo prendere l’autobus a Piazzale Roma“.

Venezia non viene rispettata

Giardini scambiati per vespasiani, fotomodelle che si spogliano in Piazza San Marco, spericolati tuffi dal Ponte di Rialto, Statue e monumenti imbrattati.

E’ sempre più lunga la lista di maleducazione e di degrado.

I protagonisti, quasi sempre stranieri, riescono a farla frana, il più delle volte. Eppure, ironia della sorte, la multa record, per la pipì fuori posto, è toccata proprio ad un veneziano.

2516total visits,1visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *