Surfista dopo 32 ore trovato vivo

La sua storia ha tenuto con il fiato sospeso tutta la Scozia. Matthew Bryce, surfista, originario di Glasgow, era stato dato per disperso da più di 32 ore, al largo della tempestosa costa dell’Argyll. 

Condizioni atmosferiche proibitive ed il freddo avevano fatto temere il peggio.

Si era allontanato Domenica scorsa, da una spiaggia, con la sua tavola, sparendo all’orizzonte.

E’ stato avvistato in Irlanda. Lo davano per morto, poi l’ultimo tentativo dei soccorritori è riuscito e, si può dire, oltre ogni ragionevole speranza di trovarlo vivo.

L’elicottero della Guardia Costiera intravede il giovane e, controvento, riesce ad issarlo a bordo.

Una passione divorante, quella di  Matthew,  per il surf. Lo ha salvato la meticolosa preparazione, la muta termica e la decisione di non abbandonare mai la tavola da surf.

Dopo 32 ore il surfista pensava di morire

Stavo disperando” ha detto, dopo essere stato ricoverato all’ospedale di Belfast “per nulla al mondo avrei abbandonato la tavola“.

Gli è andata bene. Il surfista ha sofferto di ipotermia e anche di visioni.

Restituito all’affetto dei suoi cari, non ha cambiato idea “voglio tornare a surfare “dice.

Si vedrà, me per il mommento è meglio lasciarlo risposare.

4179total visits,4visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *