Torino: paura in Piazza San Carlo

Torino. La folla che si muove come un’onda. Il Panico che prende il sopravvento In pochi secondi, in Piazza San Carlo scoppia il caos.

Il bilancio, ancora provvisorio, parla di circa mille feriti.

E’ iniziato tutto introno alle 22,15, subito dopo il gol del 3 a 1 per il Real Madrid.

Torino: si è sfiorata la tragedia

In Piazza San Carlo, circa 30 mila tifosi bianconeri accalcati, stavano guardando la partita grazie a dei maxi schermi.

A fare innescare il panico, molto probabilmente, lo scoppio di alcuni petardi dietro l’edicola, che da su uno degli accessi alla piazza. Lo ha reso noto, la notte scorsa, lo stesso questore di Torino.

In pochi attimi si è sparsa la voce di un attentato e la gente ha iniziato ad urlare. Un effetto moltiplicatore che ha messo in fuga, le persone, verso i portici laterali della Piazza.

Nella calca è stata divelta una ringhiera degli ingressi del parcheggio sotterraneo. Molte persone vi sono cadute all’interno. Una sopra all’altra, un volo di circa tre metri.

Fuggendo, molti sono inciampati e sono stati calpestati dalla folla che era in preda al panico.

Gravi le condizioni di un bimbo di 7 anni

Centinaia i feriti, ma sono tutti codici verdi. Cinque di questi, purtroppo, sono in codice rosso. Tra questi cinque, anche un bambino di 7 anni, rimasto travolto dalla folla. Sarebbe in gravi condizioni. Trasportato all‘ospedale Regina Margherita con un trauma cranico e toracico.

Arrestati alcuni sciacalli

I Carabinieri hanno arrestato due persone sorprese a rovistare tra le borse e gli zaini, abbandonati dai tifosi, durante la fuga.

Nei pressi del maxi schermo è stato allestito un punto raccolta. Questo per aiutare le persone ad aiutare a trovare amici e parenti smarriti nella calca.

Il Sindaco Chiara Appendino

Il Sindaco di Torino, Chiara Appendino, ha fatto sapere che monitora la situazione minuto per minuto.

Ha revocato la domenica ecologica prevista per oggi in città. In questo modo, permette al traffico di circolare in modo regolare, vista la situazione d’emergenza.

Tutto questo per una partita. Partita che però è finita molto male per la Juventus.

Il terrorismo è riuscito a colpire senza agire. Questo è molto grave.

3086total visits,1visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *