Poggiardo: gli incarichi della discordia. Anche il gruppo “Poggiardo e Vaste a 5 Stelle” si indigna

Poggiardo: E’ di pochi giorni fa la“denuncia” – tramite volantini sparsi nei vari locali del comune e manifesti che tappezzano le strade principali della cittadina – del gruppo di opposizione “la Città di Tutti”, nei confronti dell’attuale Amministrazione Comunale, che faceva riferimento alla “Cattiva Politica di chi si adopera per assegnare INCARICHI (RETRIBUITI) ad amici che lo hanno sostenuto in campagna Elettorale“.

Oggi anche Poggiardo e Vaste a 5 stelle esprime il proprio dissenso e disgusto sul modus operandi dell’attuale amministrazione comunale e, pubblica un Volantino/Lettera, il quale inizia ponendosi una domanda.

Il Volantino di Poggiardo e Vaste a 5 Stelle

… A che serve essere di modi gentili e cortesi, se poi si Amministra con questa Etica Politica che riserva: a compagni di lista e Partito, Incarichi, lavoro e si versano ingenti somme di denaro, nelle tasche di chi, non ne ha bisogno, per acquistare terreni inutili e non un castello che ci ricorda… com’è oggi POGGIARDO?

Il tutto è nato a causa dell’assegnazione di “incarichi di favore” – è quello che si evince dalle “denunce” – che l’opposizione, e la popolazione in generale, non ha ben gradito, “ribellandosi” nei confronti dell’attuale amministrazione comunale, capitanata dal sindaco Giuseppe Colafati.

Nel comunicato, Poggiardo e Vaste a 5 Stelle, esprime il rammarico nei confronti degli Amministratori che stanno agendo in modo personalistico: “Così facendo, – si legge –  cari amministratori, si escludono tutti i Cittadini, anche chi vi ha votato e si tradisce quel Servizio da Voi promesso. Ci si allontana dalla politica, si alimentano le contrapposizioni, e si tiene il paese diviso… sono le azioni che rimangono negli annali comunali, e con le quali si giudicano le persone che ci amministrano… e non con le gentilezze. Ad adiuvandum“.

Una situazione alquanto “imbarazzante”, in particolare  per il primo cittadino, il quale dovrebbe render conto ai propri concittadini sulla spesa del denaro pubblico.

641total visits,1visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *