Italia sott’acqua: 33 paesi rischiano di sparire

Condividi

Nel 2100 l’Italia potrebbe finire sott’acqua. L’allarme riguarda 33 siti costieri che rischiano di sparire.

Interi tratti di costa potranno essere sommersi da una “normale mareggiata”, avvisano i geomorfologi italiani riuniti a Taranto.



Italia sotto’acqua: a rischio oltre 7500 km quadrati di costa

Non solo la Laguna di Venezia o il Delta del Po, ma anche la Piana Monti Fontina e quella di Fondi, Taranto o le coste di Cagliari, Oristano e Catania.

Nell’ipotesi peggiore, il livello del mari si alzerà di oltre un metro e mezzo e, nella peggiore, di “soli” 30 centimetri.

Stime che fanno rabbrividire: tra 80 anni 7500 Km quadrati di costa potrebbero finire sommerse.



Università di Bari e Università Del Salento lanciano START

Una minaccia concreta per un Paese fragile come l’Italia che deve fare i conti, già da ora, con terremoti ed esondazioni. Fondamentale il lavoro di prevenzione e di raccolta dei dati.

Gli esperti hanno messo a punto uno strumento per capire in tempo cosa può accadere: si chiama “START” – acronimo di sistemi di rapping mapping e di controllo del territorio costiero e marino -.

Un progetto sviluppato dall’Università di Bari e dall’Università del Salento, dal Centro Mediterraneo per i cambiamenti climatici con il sostegno della Regione Puglia.



Facebook Comments
Condividi

2117total visits,21visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento