Stuprata in pieno centro a Roma

Stuprata in pieno centro. Si è fidata e lo ha seguito. E’ vero, era notte, ma avrà pensato: “siamo in centro, vorrà aiutarmi“. Invece no, le intenzioni erano altre.

Siamo tra la Stazione Termini e Castro Pretorio, appunto, il centro della Capitale.



Stuprata da un Bengalese

La ragazza di 20 anni, Finlandese, arrivata in Italia per lavorare come baby sitter, esce da un locale di Via Palestro dopo aver passato la serata insieme ad un’amica ed è alla ricerca di un taxi per farsi riaccompagnare a casa.

E’ proprio qui che la adesca un 22enne bengalese, è in italia dal 2014 con un Permesso Umanitario e, da qualche giorna, lavora come lavapiatti in un ristorante.




I fatti

E’ tardi e l’uomo, vedendo la ragazza da sola, le offre un passaggio in auto: “in fondo perchè pensare male”, i due avevano scambiato qualche parola poco prima all’interno del locale. Lui non ha nemmeno l’auto e aveva già altro in mente.

Durante il tragitto verso la macchina – che non esiste – inizia a baciarla e ad abbracciarla e quando lei finalmente capisce è troppo tardi. Il ragazzo raccoglie un sampietrino e la minaccia: “Ti uccido se urli o se provi a scappare“. La trascina dietro ad un autobus parcheggiato vicino ad un distributore, in una zona un pò isolata, la schiaffeggia e poi la violenta. La ragazza urla, una coppia di anziani la sente e si affaccia dalle finestre, ma il ragazzo non desiste.




Il Bengalese è stato arrestato poco dopo

Sono stati 20 minuti terribili per la giovane Finlandese che, subito dopo, viene abbandonata lì, dopo che il violentatore ha anche la lucidità di aprirle la borsa e rubarle i 40 euro che aveva.

Lui, però, non l’ha fatta franca. La Squadra Mobile di Roma lo ha arrestato nel giro di poche ore.




1086total visits,5visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

Non ti costa nulla

Basta un click su “mi piace”