Ryanair – Alitalia: connubio possibile?

Condividi

Ryanair farà unʼofferta per Alitalia. Un’offerta vincolante, ma solo sull’asset che riguarda il lungo raggio.

Il termine ultimo è il 2 ottobre, ma l’A.D. della della compagnia low-cost –  Michael O’Leary – ha già fatto l’annuncio. Precisa: “le due compagnie rimarranno separate. Alitalia non diventerebbe una low-cost. Anzi sarebbe una concorrente della stessa Ryanair sul territorio Italiano“.

Alitalia per i voli a corto raggio… invece Ryanair…

Non diventerebbe, quindi, una divisione della compagnia irlandese, ma il suo campo d’azione sarebbe il lungo raggio: Asia, Africa e Nord America. Dove ci sono le maggiori opportunità.

Senza gli accordi con Air France, potrà crescere più velocemente.

L’offerta riguarda una novantina di aeromobili, di slot – cioè le fasce orarie per decollo e atterraggio -, dipendenti e manutenzione.

Prospettive di crescita a 360 gradi, quelle di O’Leary, che parla di nuove assunzioni, ma anche di cambi di personale.




Ryanair ha cambiato idea

Un mutamento di direzione, da parte irlandese che, fino a poco tempo fa, parlava di “spezzatino” del destino di Alitalia.

Siamo interessati solo alla flotta” diceva O’Leary “non vogliamo gli slot!”. Era stato durissimo il giudizio sul personale. “Acquisteremo la compagnia italiana solo se ben ristrutturata – diceva -. Ci sono 4 – 5 mila persone che non sono tecnici, non sono piloti, ne membri dell’equipaggio  e non so cosa facciano“.




Condizioni difficilmente accettabili dal governo che, si è sempre detto “contrario allo spezzatino della compagnia aerea italiana“.

Facebook Comments
Condividi

1560total visits,1visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento