Tasse esagerate e aumenta l’evasione

Condividi

Tasse esagerate. L’austerity cominciata nel 2011, con l’incremento della pressione fiscale, ha sortito effetti contrari a quelli desiderati, provocando il boom dell’evasione nel nostro Paese.

Più tasse più evasione fiscale

Non era difficile prevederlo. E’ cresciuto il sommerso. Più tasse, più nero quindi, lo certificano i dati diffusi dalla confcommercio.

La pressione fiscale, nel 2011, era pari al 41,6% del PIL, tre anni dopo è salita al 43,3%. Il sommerso valeva il 13,8 in percentuale sul valore aggiunto nel 2011, nel 2014 è volato al 14,5%. Un aumento costante e, sopratutto, preoccupante.




Al sud più sommerso

Calabria, Campania e Sicilia sono le regioni con più sommerso. Il Trentino il territorio più virtuoso con l’11,3% di evasione rispetto al PIL e, cosa che non va sottovalutata, nessuna variazione tra il 2011 ed il 2014.

Le cifre dicono pure che, in Lombardia ed in Veneto, l’evasione fiscale è diminuita se pur di un solo punto percentuale. Chi già pagava le imposte ne ha dovute versare di più per coprire i buchi lasciati da altri contribuenti.

Per diminuire gli evasori bisogna abbassare le tasse” ha dichiarato il presidente della Confcommercio Carlo Sangalli.




Nuovi indici per la finanziaria

Dal 2019 la finanziaria non terrà conto solo del PIL, ma anche del BES – Benessere Equo e Solidale -.

Tra i dodici indicatori del BES, oltre al reddito medio e all’indice di povertà, ci sarà anche l’eccesso di peso. L’obesità è considerato un fattore di rischio della salute. Oltre a pagare sempre più tasse, bisognerà anche mettersi a dieta.




Facebook Comments
Condividi

2266total visits,1visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento

 

Se ti piace scrivere e vuoi dire la tua, noi diamo visibilità al tuo pensiero.

Scrivi anche tu su notiziedallarete.it contattaci

e mail: info@notiziedallarete.it