Paolo Villaggio, si è spento oggi. Addio Fantozzi

Condividi

Paolo Villaggio ha detto addio alla vita terrena. Aveva 84 anni. Con lui scompare uno dei veri attori comici italiani.

Aveva recitato con registi del calibro di  Fellini, Olmi e Monicelli. Ha ottenuto molti premi prestigiosi. Senza ombra di dubbio, il suo personaggio più famoso è stato il ragionier Ugo Fantozzi: chi non lo conosce?

Ad annunciarne il decesso è stata direttamente la figlia Elisabetta. “Ciao papà ora sei di nuovo libero di volare” ha scritto su facebook, pubblicando una foto dell’attore quando era giovanissimo.

Paolo Villaggio: vero attore da commedia

Sono tanti i comici italiani definiti “da commedia”, ma quelli veri si contano sulle dita di una mano: Totò, Franco Franchi e Villaggio appunto.

A differenza di Totò, Villaggio non ha mai dato il suo nome “reale” ai personaggi interpretati. E’ riuscito a creare un personaggio che, a volte, è più “famoso” di egli stesso. Parliamo del ragioner Ugo Fantozzi.

Le similitudini con “Il principe” napoletano sono tante, tra le quali il fatto che sarebbero stati ignorati a lungo da una critica sdegnosa, per essere poi “riscoperti” tardivamente.

A differenza di Totò, che nei suoi film ha sempre messo i panni del protagonista, Villaggio ha alternato ruoli principali, ma si è anche adattato al “gioco di squadra”. Per citare qualche esempio ricordiamo i film  “I pompieri, Missione eroica i pompieri 2, Scuola di ladri, Scuola di ladri parte seconda, Rimini Rimini” ecc.




Numerosi riconoscimenti

A Paolo non sono certo mancate le soddisfazioni.

Ha ricevuto diversi premi molto importanti, ricordiamo il  David di Donatello come miglior attore protagonista per il film di  Fellini, il Leone d’Oro alla carriera (1992), il Nastro d’argento per Il segreto del bosco vecchio al Pardo d’onore a Locarno (2000).




Non solo attore

E’ stato anche uno scrittore satirico. Ha fatto delle “incursioni teatrali”: un memorabile Avaro – era il 1996 – e l’autobiografico Delirio di un povero vecchio – 2000-2001 -.

Paolo Villaggio era molto amico del cantante Genovese Fabrizio De Andrè e, proprio per lui, produsse  scrisse due canzoni memorabili: Il fannullone e Carlo Martello ritorna dalla battaglia di Poitiers.

Noi preferiamo ricordarlo con un sorriso: Addio Paolo Villaggio, addio ragioner Ugo Fantazzi.




Facebook Comments
Condividi

1187total visits,1visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento