Alcune buone notizie che non tutti sanno

Di seguito alcune buone notizie che – forse – non tutti conosciamo. 

Il Panda Gigante non è più una specie a rischio di estinzione

Nei prossimi 5 anni, dagli oceani, verrà eliminato oltre il 50% della spazzatura.

E’ l’obbiettivo che si è imposto il progetto “The Ocean Clean Up




Entro la fine del 2017, in Cina, sarà vietata la commercializzazione dell’avorio.

I lamantini sono stati esclusi dalla lista degli animali a rischi di estinzione.




La Cina sta chiudendo tutte le miniere di carbone con lo scopo di ripulire l’aria e puntare sulle energie rinnovabili.

E’ giunto a conclusione il conflitto tra lo stato della Columbia ed un gruppo di ribelli.

Il conflitto è durato ben 52 anni. Le due parti sono giunte ad un accordo che prevede la fine di una guerriglia che ha causato la morte di oltre 220 mila persone e generato oltre 5 milioni di sfollati.




Dopo un viaggio lungo 6 anni, la sonda Juno, è entrata nell’orbita di Giove.

Raccoglierà importanti dati che riguardano l’origine del gigante gassoso.

Il Canada ha salvato dal disboscamento l’85% della foresta pluviale più grande del mondo.




Il numero annuale di bambini affetti dal virus dell’HIV è diminuito di circa il 70% dal 2000

Israele ricava circa il 40% dell’acqua potabile dall’acqua del mare.

L’obbiettivo è quello di raggiungere il 70% entro il 2050




A distanza di 100 anni dalla sua formulazione, la teoria di Einstain sulle onde gravitazionali, è stata verificata

Il livello di fame nel mondo è il più basso degli ultimi 25 anni.

200 milioni di persone hanno migliorato la qualità di vita




I Canadesi hanne creato un vaccino contro l’ebola che promette un’efficacia che supera l’80%.

E’ stato utilizzato in Guinea che, da tempo, è stata colpita da un’epidemia

Per la rima volta, dopo 100 anni, la popolazione delle tigri selvatiche è di nuovo in crescita.




Il 98% dell‘energia elettrica del Costa Rica è prodotta da fonti rinnovabili

800 mila volontari in India hanno piantato oltre 50 milioni di alberi in solo 24 ore.




Ci sono anche le buone notizie

Ogni giorno veniamo a conoscenza di catastrofi guerre e crisi che assediano il nostro Pianeta, ma  accade anche qualcosa di buono.

Il problema è che se ne parla poco. Non bisogna perdere la speranza di poter vivere in un mondo migliore.




1645total visits,1visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

Non ti costa nulla

Basta un click su “mi piace”