Rapinatori dell’est che operavano in Italia. Arrestati

Condividi

Una banda di criminali composta da otto rapinatori, tutti stranieri provenienti dai Paesi dell’Est Europa che, generalmente, preferiva colpire nella ricca Lombardia, ma non solo.

Colpiva anche nelle regioni limitrofe. Non si sono mai spostati dal nord Italia.

Non sapevano di essere ascoltati

I malviventi non sapevano di essere intercettati dalle forze dell’ordine ed al telefono parlavano tranquillamente senza nessuna “Censura”.

Andiamo a rubare in Italia”. Dicevano nelle loro conversazioni telefoniche. Affermando che: “tanto lì, i carabinieri, non sparano mai e se vieni beccato in galera si resta pochissimo“.

I banditi dell’est sono stati arrestati a Brescia alla fine di una lunga serie di furti e, proprio per questo, preferivano agire all’interno del nostro Paese.




Preferivano i Bancomat

I loro obbiettivi preferiti erano, sopratutto, i bancomat.

In particolar modo preferivano quelli situati nelle periferie delle grandi città in modo da allontanarsi, senza grandi difficoltà. Con tutto il bottino riuscito a “prelevare”.

Secondo gli inquirenti, la banda, in pochi mesi è riuscita a racimolare oltre mezzo milione di Euro.




I rapinatori: “Qui in Italia non si rischia nulla

Si dicevano prima di pianificare un colpo.

Erano al corrente che, in base alle nostre leggi, anche un eventuale soggiorno in cella dove, a loro avviso, è persino difficile finire, non sarebbe durato più di tanto. Comunque se fossero stati catturati come è accaduto, sarebbero stati sottoposti in galera, ad un regime molto meno rigido rispetto a quello cui sono costretti in carcere nei loro rispettivi Paesi d’origine.




Facebook Comments
Condividi

2546total visits,2visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento

 

Se ti piace scrivere e vuoi dire la tua, noi diamo visibilità al tuo pensiero.

Scrivi anche tu su notiziedallarete.it contattaci

e mail: info@notiziedallarete.it