Migliarino. Mise nel freezer la neonata. L’autopsia

Migliarino. Era nata prematura, ma viva. La neonata nascosta dalla mamma nel frigorifero di casa, a Migliarino, piccolo comune in provincia di Ferrara.

Questo è quanto emerge dai primi risultati dell‘autopsia effettuata sul corpicino della piccola.




Migliarino: Ai medici disse di essere caduta

La donna, già madre di sei figli, dopo aver partorito, lo scorso 2 giugno era andata in ospedale dicendo di essere solo caduta.

Bugia subito smascherata. Dopo due giorni il drammatico ritrovamento della bimba morta, all’interno del frigorifero.




L’esito dell’autopsia

L’autopsia, però, non ha rilevato segni di congelamento o di asfissia.

La piccola dunque, avrebbe già smesso di respirare quando è stata messa nel freezer dalla madre 40enne.

La donna è indagata per omicidio aggravato e occultamento di cadavere.

Per capire le reali cause del decesso, fanno sapere i sanitari, bisognerà attendere l’esito di ulteriori esami istologici attualmente in corso.




Una storia sconvolgente

Una storia macabra e sconvolgente che, con il passare del tempo, sta avendo risvolti che nessuno sperava, ma che, forse, tutti sospettavano.

Oggi esiste l’opportunità di poter partorire, in modo del tutto anonimo,  senza riconoscere la maternità (o paternità) del nascituro e, comunque, garantire al neonato una vita dignitosa affidandolo a chi ha la voglia ed il piacere di crescerlo.

La domanda che sorge è: “perchè così poca umanità da parte di tanta gente”?




742total visits,5visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

Non ti costa nulla

Basta un click su “mi piace”