Londra: gli ultimi istanti di vita di Gloria e Marco

Condividi

Londra. Ancora il tempo di un saluto, l’ultimo, un addio. “Mamma, mi sono resa conto che sto morendo. Grazie per tutto quello che hai fatto per me. Sto per andare in cielo, vi aiuterò da lì“.

Poi il silenzio.




Erano a Londra per realizzare un sogno

Volevano fare gli architetti, Gloria Trevisan e Marco Gottardi.

Per realizzare il proprio sogno, tre mesi fa, avevano preso una valigia ed erano partiti per Londra. Avevano trovato lavoro e casa, lasciando la famiglia in Veneto.




I propositi erano buoni

La casa era al 23esimo piano della Grenfell Tower, neanche male per due ragazzi di soli 27 anni sino a Martedì notte.

Era più o meno l’una, quando Gloria chiama, per la prima volta: “mamma è successo qualcosa“.

Allarmati, i genitori, nella loro casa a Campo San Piero, in provincia di Padova, cercano notizie, ma non trovano nulla.




La seconda telefonata

Passa un’ora e squilla di nuovo il telefono. Questa volta Gloria è agitata.

Ci pensa Marco, il fidanzato, a tranquillizzarla. “Ci sono i pompieri, state tranquilli“. Quando le immagini appaiono, sulle televisioni italiane, l’angoscia dei genitori cresce.

Gloria, la loro figlia, è intrappolata in quella torre. A 1500 km di distanza da loro.




La terza telefonata

Li chiama di nuovo: “Da qui non possiamo uscire. Siamo bloccati nell’appartamento“.

Emanuela Bisarò avverte il padre di Marco di quello che sta succedendo. Così, anche per lui, è arrivato il tempo delle ultime telefonate.




Marco cerca di tranquillizzare il padre… poi la fine

Prima il tentativo di tranquillizzare quel genitore tanto lontano, ma con il cuore in quell’inferno.

Papà, non ti preoccupare, qui finisce tutto bene” diceva Marco a suo padre.

Poi la paura: “qui sta aumentando il fumo” facendo cadere per sempre la linea.

Momenti drammatici che rimarranno per sempre impressi nella mente dei genitori delle vittime.




Facebook Comments
Condividi

3181total visits,12visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento

 

Se ti piace scrivere e vuoi dire la tua, noi diamo visibilità al tuo pensiero.

Scrivi anche tu su notiziedallarete.it contattaci

e mail: info@notiziedallarete.it