Erika non ce la farà. Lo dicono i medici

Condividi

Non ce la farà a sopravvivere Erika. La donna che la sera del 3 giungo, in Piazza San Carlo, a Torino, ha riportato un gravissimo celebralecelebrale.

L’ultimo bollettino medico non lascia speranze. La 38enne di Domodossola, quella sera, aveva deciso di andare a vedere la finale di Champions League, Real Madrid – Juventus,  al maxi schermo posizionato nella Piazza di Torino.




Erika era in piazza per amore

Non ci teneva tanto a quella partita, ma voleva accontentare il suo ragazzo tifoso della Juve.

A quasi due settimane, da quella serata di paura, ancora annunci e nessuna certezza su cosa abbia scatenato il panico.

Nella calca erano rimaste ferite migliaia di persone e anche il ragazzo di Erika.




Situazione critica già da subito

Per la donna, però, le condizioni erano sin da subito apparse critiche.

Aveva un trauma toracico da schiacciamento.

Nella ressa era stato travolto anche un bimbo cinese, che si è successivamente salvato dopo giorni di apprensione.

La Procura di Torino ha aperto un’inchiesta per lesioni plurime colpose, al momento a carico di ignoti.




Ancora ignote le cause

Gli inquirenti devono ancora capire cosa sia successo.

Forse, all’origine di tutto, secondo quanto riporta la stampa, ci sarebbero state delle vibrazioni sotto il terreno, scaturito dal riavvio  del sistema di ventilazione del parcheggio sotterraneo.

Un movimento che avrebbe prodotto un piccolo terremoto avvertito dai Vigili del Fuoco.

Gli stessi Vigili del Fuoco avrebbero segnalato l’accaduto.

Le indagini sono ancora in corso e vertono, anche, sulle presunte falle del sistema di sicurezza che, quella maledetta sera, avrebbero contribuito al risvolto che oggi tutti conosciamo.




Facebook Comments
Condividi

2657total visits,1visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento