Elezioni Gran Bretagna: May sconfitta

Condividi

Elezioni Gran Bretagna. I laburisti risorgono e arrivano al 40 per cento. Teresa May è prima ed ottiene poco più del 42. Nel sistema maggioritario contano i seggi più che le percentuali. I Tories ne dovrebbero conquistare 318 i Laburisti 259.




Elezioni Gran Bretagna: “parlamento impiccato”

Nessuno ottiene la maggioranza minima necessaria per governare, ossia almeno 326 seggi. Si materializza, così, l’incubo di un cosiddetto “Parlamento Impiccato”.

La sterlina ha accusato il corpo e perde già, dopo i primi exit pool, il 2 per cento.

A vincere davvero è l’instabilità. La Premier ha perso la sua vera sfida. Si aspettava un mandato più forte da queste elezioni anticipate, per avere maggiore libertà di movimento nei negoziati sulla Brexit. Alla fine si trova solo con una maggioranza relativa e con un governo a rischio.




Corbyn: “May si dimetta”

Jeremy Corbyn, forte del successo ottenuto, chiede che la Premier si dimetta. “Teresa May ha perso sostegni, ha perso seggi e ha perso voti” dice Corbyn. Continua “Io credo che sia abbastanza perchè se ne vada. Ora basta austerity, spazio ad un governo che rappresenti tutti.

Lei, per ora, ad andarsene non pensa proprio. Sottolinea che il paese ha bisogno di stabilità e che i Tories lavoreranno per garantirla. Il suo problema, comunque, sono i numeri che rendono difficile ipotizzare alleanze praticabili, anzi potrebbero aprire le strade a nuove elezioni.

I Liberal Democratici, che prendono solo 12 seggi, hanno già detto che non faranno accordi o coalizioni, visto che, sia i Laburisti che i Conservatori sono pro-Brexit.

Gli indipendentisti scozzesi di Nicola Sturgeon hanno perso una ventina di seggi nella loro roccaforte del Nord. Lo Ukip’s di Nigel Farage esce clamorosamente sconfitto e resta inchiodato a quota zero.




Malumore tra i Tories

A chiedere che la May si faccia da parte, non sono solo i Laburisti, il malumore è evidente anche tra i Tories che accusano la loro leader di aver giocato d’azzardo e di aver perso.

C’è chi parla apertamente di successione con Boris Johnson tra i favoriti.

I processi, insomma, sono già iniziati.




Facebook Comments
Condividi

1433total visits,1visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento