Time Square: macchina contro i pedoni, ma non è terrorismo.

Time Square. Mancavano pochi minuti a mezzogiorno quando, una delle piazze più famose del mondo è piombata nell’incubo. Una macchina è uscita dalla carreggiata.

Per più isolati ha travolto le persone sul marciapiede prima di andarsi a schiantare contro i paletti che delimitano l’area pedonale.




Siamo a Time Square, una giornata di sole.

La piazza è piena di gente, moltissimi anche i turisti.

Fra i primi ad essere colpiti, dall’auto impazzita, c’è una ragazza di appena 18 anni, per lei non c’è nulla da fare. Muore sul colpo. La sua sorellina, di 13 anni, riesce a salvarsi.

In tutto i feriti sono 22 di cui 4 sono in gravi condizioni. Nessuno, comunque, è in pericolo di vita.

Un bilancio che poteva essere ancora più drammatico, visto che la macchina, andava molto veloce.




Alla guida dell’auto un ex militare

Sembrava che puntasse ai pedoni” racconteranno i testimoni. A guidare l’auto, un giovane di 26 anni del Bronx. Ex militare della marina, con precedenti per aggressione e guida in stato di ebbrezza.

Si tratta di un ragazzo arrestato appena una settimana, per aver minacciato un altro uomo con un coltello, ma poi è stato rilasciato.

Ieri, dopo essersi schiantato, è uscito dalla macchina ed ha iniziato ad urlare cose senza senso, prima di essere fermato dalle forze dell’ordine. Ha detto di sentire alcune voci nella testa.

Gli amici del ragazzo raccontano che, dopo essere rientrato dal servizio in marina, ha iniziato ad avere problemi di alcol e sarebbe stato affascinato da scientology.




Non si tratta di terrorismo

Nulla a che vedere, dunque, con il fondamentalismo islamico.

L’ipotesi di un attentato terroristico è stata esclusa, praticamente subito. “Al momento non c’è nessuna indicazione che questo sia stato un atto terroristico” hanno dichiarato le autorità.




Situazione simile a quanto è avvenuto in Europa

Non si tratta di un attentato terroristico, ma è ovvio che, quanto avvenuto, ha richiamato immediatamente alla memoria gli attacchi che ha vissuto l’Europa, nell’ultimo anno.

E’ stato proprio nel “Vecchio Continente” che sono stati utilizzati Camion e Auto come armi contro la folla. Ricordiamo quanto accadde a Berlino, Londra e Nizza.

Questa è stata sempre la dinamica che si è potuta vedere, nell’ultimo anno, in Europa.

Proprio per questo che, quando si è notato che l’obbiettivo era Time Square, una delle piazze più famose del mondo, il pensiero è subito corso a questo tipo di attentati.

E’ stato un atto, se pur non di terrore, ha comunque gettato la città nella paura.




Il giorno 20/05/2017 riceviamo la seguente e mail che pubblichiamo integralmente:

“Egregio direttore,

in merito all’articolo in oggetto chiedo che venga dato spazio alla seguente dichiarazione della Chiesa di Scientology.

Quanto successo a New York è un evento tragico e il nostro pensiero va alle famiglie della vittima e dei feriti.

Secondo quanto riportato dai media, il sig. Rojas ha compiuto il suo gesto irrazionale mentre era sotto l’effetto di droga e alcol e questo è il motivo per cui la Chiesa di Scientology è attivamente impegnata nel promuovere una campagna di informazione a livello mondiale sugli effetti delle droghe.

In base alle informazioni ricevute dalla sede di New York, il sig. Rojas era entrato nella Chiesa della metropoli 3 volte per un paio d’ore nell’arco di un anno. In occasione dell’ultima sua visita era stato allontanato dalla polizia a causa del suo atteggiamento minaccioso e violento.

In base a quanto abbiamo appreso dai media, il sig. Rojas ha un passato di atti di violenza e minacce che lo hanno portato a essere incarcerato mentre era in Marina e a essere sottoposto a trattamenti psicofarmacologici.

Cordiali saluti.
Luigi Brambani




586total visits,20visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

Non ti costa nulla

Basta un click su “mi piace”