Napoli come Baghdad: “Qui si spara peggio di Baghdad”

Condividi

Napoli come Baghdad. “Tutti i giorni devi continuare a sparare. Non ti dovevi fermare“. “Qua dietro, per una settimana è stato Baghdad“. “Nemmeno in Iraq sparavano tanto“.

Sono alcune conversazioni tra gli affiliati al gruppo dei Bonerba. Nemico giurato dei Sibillo.

Stiamo parlando dei gruppi che. nell’estate del 2015 terrorizzarono il centro storico di Napoli.




Napoli come Baghdad: la “Paranza dei Bambini”.

Così viene definita.

Tutti giovanissimi e sanguinari. Un gruppo colpito duramente per gi arresti dell’omicidio di Emanuele Sibillo.  Quando fu ucciso aveva 20 anni e si trovava in Via Oronzo Costio.

La via della morte.

La chiamano così i giovanissimi criminali.

Le loro frasi, le foto postate su facebook, la tracotanza criminale, ne hanno fatto un gruppo molto pericoloso. Non si fermò neppure davanti all’appello delle mamme di alcuni di loro che ebbero il coraggio di denunciare.




 

Facebook Comments
Condividi

1935total visits,3visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento

 

Se ti piace scrivere e vuoi dire la tua, noi diamo visibilità al tuo pensiero.

Scrivi anche tu su notiziedallarete.it contattaci

e mail: info@notiziedallarete.it