Manchester: Attentato al concerto di Ariana Grande

Condividi

Manchester. Al momento dell’esplosione, intorno alle 22,30 ora locale, il concerto della pop star 24enne Americana, Ariana Grande, era appena concluso.

L’arena di Manchester, la più grande al chiuso in Europa, con i suoi 20 mila posti, era affollata da giovani e giovanissimi.




Manchester: l’esplosione

Si stavano dirigendo verso le uscite, quando un boato ha scatenato il panico. Urla, terrore, la folle corsa nel tentativo per mettersi in salvo.

Rimbalzano subito le prime vaghe notizie. La Polizia lo definisce un “serio incidente” ed invita tutti gli abitanti a tenersi lontano dalla zona.

La Stazione della metropolitana di Victoria viene evacuata e chiusa. I trasporti interrotti.




Ariana, l’idolo dei teenager, è illesa.

Le indagini sono affidate alla North West Counter Terrorism Unit. Da fonti di Polizia Britanniche, dopo qualche ora, arriva la conferma: “Si è trattato di un attacco terroristico“. Un’unica deflagrazione, non lontano dalle biglietterie.

A terra si contano decine di morti e feriti. Con il passare delle ore, prende corpo l’ipotesi di un attentato suicida. Viene trovato un secondo pacco sospetto. Gli artificieri lo fanno brillare, ma si rivela un falso allarme.

Il Premier, Teresa May, esprime il cordoglio alle famiglie delle vittime di quello che definisce un “Orrendo attentato terroristico” e convoca il Comitato Britannico d’Emergenza per la Sicurezza. “E’ una notte terribile per la nostra grande città” commenta il sindaco di Manchester Andy Burnham.




Condividi

2831total visits,6visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento

 

Se ti piace scrivere e vuoi dire la tua, noi diamo visibilità al tuo pensiero.

Scrivi anche tu su notiziedallarete.it contattaci

e mail: info@notiziedallarete.it