Incontro Macron – Gentiloni. Ecco cosa si sono detti

Condividi

Incontro all’Eliseo tra Macron e Gentiloni.

E’ una promessa che non intende tradire. Quella che Manuel Macron fa al nostro Paese nel giorno in cui incontro il Premier Gentiloni.

Gentiloni è il secondo leader Europeo a cenare con il neo Presidente francese.

Macron, dagli scalini dell’Eliseo, fa intendere che l’Europa va difesa e cambiata. Mette subito un punto fermo rispetto al passato: sulle grandi questioni, migranti in testa.

Nessun Paese può essere lasciato solo a cominciare dall’Italia. Parleremo delle regole, dell’asilo per proteggere gli Stati più sottoposti a questa pressione migratoria e stabilire delle regole comuni“. Sono le parole del Presidente Francese.




Incontro focalizzato sul G7

La cena di Parigi serve per fare il punto in vista del G7. Per Macron ci sono temi che non devono e non possono essere sottovalutati.

Un tema importate è l’accordo sul clima, messo nell’angolo dagli americani. La lotta al terrorismo che, sempre secondo Macron, deve vedere tutti uniti. “Vorrei avere una parola per i soldati che sono stati aggrediti nella Stazione di Milano – dice – per dire quanto la Francia e l’Italia continueranno a lavorare insieme su tutti i temi importanti“.




Nuove regole comuni per l’Europa

E’ l’Europa su cui ci si concentra di più. Sul bisogno di regole comuni e sul bisogno di una vera unità monetaria e fiscale che, Francia e Italia si impegnano a perseguire.

Dovremmo investire questo capitale di fiducia su politiche migratorie comuni. Sullo sviluppo della nostra unione monetaria sempre più verso un’unione fiscale, unione bancaria – dice Gentiloni -. Non sarà un processo immediato, ma l’importante è cominciare ed andare verso la giusta direzione“.

Per l’Italia l’elezioni francesi hanno generato un capitale su cui investire. Un’iniezione di fiducia e speranza per questo momento difficile che sta attraversando tutto il Vecchio Continente.




Facebook Comments
Condividi

1744total visits,6visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento