Omofobia: oggi la giornata mondiale

Condividi

Prima giornata Mondiale contro l’omofobia e la transofobia nell’anno delle unioni civili. Ma, va detto, La discriminazione contro gli omosessuali ed i transessuali non si arresta.

La data scelta, coincide con la rimozione dell’omosessualità, nel 1990, da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), dalla lista delle “patologie mentali”.

Nonostante questo, le persone omosessuali, bisessuali e transenssuali, sono ancora oggetto di crimini d’odio e di discriminazioni nel mondo.




Omofobia: in molti paesi l’omosessualità è considerato un crimine

Sono 72 i paesi dove l’omosessualità è ancora considerata un crimine. In otto viene punita con la pena di morte regolarmente applicata. In molti altri si punisce anche con il carcere a vita.

Sembrano condanne lontane anni luce, eppure l’omosessualità fu depenalizzata, in Inghilterra, soltanto nel 1967.

Il British Museum celebra il 50esimo anniversario della legge, con una mostra appena inaugurata. Un percorso affascinante, non per dare risposte, ma per porre interrogativi.




Omofobia e scuola

Le parole che emarginano e discriminano fanno male.

Fanno tanto male quanto un atto di violenza fisica” ha dichiarato il Ministro Valeria Fedeli.

Continua il Ministro dell’istruzione: “Le studentesse e gli studenti, devono essere educati quali cittadine e cittadini responsabili e rispettosi di ciascuna persona. Fuori e dentro la rete”. E conclude: ” Per questo molte scuole, sono state coinvolte nella realizzazione di uno spot




Facebook Comments
Condividi

2792total visits,8visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento

 

Se ti piace scrivere e vuoi dire la tua, noi diamo visibilità al tuo pensiero.

Scrivi anche tu su notiziedallarete.it contattaci

e mail: info@notiziedallarete.it