Bari ospita il G7, Le prime impressioni

G7. Sino a sabato mattina Bari diventa la Capitale mondiale della Politica Economica.  Presenti in città: Francia, Germania, Regno Unito, Canada, Stati Uniti, Giappone, il Presidente della Banca Centrale Europea, il Segretario  Generale dell’Ocse, il Segretario  Generale del Fondo Monetario Internazionale, il Presidente della Banca Mondiale, il Commissario Europeo agli Affari Economici e Monetari, il presidente dell’Eurogruppo.

 

Vertice dei Ministri Economici – Finanziari e dei Governatori delle Banche Centrali. Sono presenti una ventina di delegazioni.




G7: i temi

L’ineguaglianza e la crescita inclusiva.

I sette grandi promuoveranno la crescita inclusiva e la lotta alle diseguaglianze. Si cercherà di capire cosa potranno fare le politiche fiscali per poterla promuovere e che cosa possono fae le politiche strutturali.

Un tema condiviso, in agenda, è la sicurezza informatica in funzione di contrasto per i finanziamenti al terrorismo.

Si parlerà anche di Tassazione internazionale. L’obbiettivo è quello di tassare in maniera più efficace le imprese che operano nell’economia digitale. I 7 grandi, inviteranno l’Ocse a formulare proposte concrete che però, non vedremo prima del marzo del 2018.




I primi incontri già da ieri sera

Già ieri sera, al loro arrivo, ci sono stati dei faccia a faccia interessanti.

Il clima dell’incontro, è stato descritto, “è un clima molto buono“.

In relazione alla sicurezza informatica, Padoan ha detto che l’Italia da questo punto di vista l’italia sta facendo molto.

Il ministro Americano, ha chiesto al nostro Ministro, delle cose che ha letto, negli USA, sullo stato di sicurezza e di salute delle nostre banche. I due hanno parlato anche di “tassazione domestica” ed il Ministro americano ha spiegato al nostro Ministro, che il loro scopo è quello di tagliare notevolmente le tasse per aiutare la crescita.

Non si è parlato, invece, di commercio. Dopo l’annunciata politica protezionisa del governo USA. Questo è un tema ritenuto molto politico e molto delicato. E’ stato demandato al Vertice dei Capi di Stato, che si terrà a Taormina tra un paio di settimane.




596total visits,10visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

Non ti costa nulla

Basta un click su “mi piace”