Caso Consip: fanno parlare le intercettazione della famiglia Renzi

Condividi

Quanto la pubblicazione dei dialoghi intercettati, fra Renzi padre e Renzi figlio, sul caso Consip sia dirompente, in un modo o nel’altro, lo si vede anche dagli effetti che provoca nello stesso del PD.

Con un cosiddetto “Padre Nobile” come Giorgio Napolitano che, rispetto al dibattito sull’abuso di intercettazioni, che ha ripreso vigore, parla di “Ipocrisia Paurosa perchè sono anni che non si fa niente” e il presidente del PD, Orfini, che ritwitta due polemiche. Righe sul silenzio di Napolitano, anni fa, riguardo alle intercettazioni sul caso Unipol.




Caso Consip. Volano stracci tra ex compagni di partito

Bersani, riferendosi a Renzi, parla di “un groviglio di relazioni che non va bene“. Speranza accusa Orfini di “usare gli tessi argomenti di Berlusconi“.

Il riferimento è all’allarme, gettato dal presidente PD.

Secondo Orfini “siamo di fronte ad un qualcosa di più profondo della gogna mediatica. La questione riguarda il funzionamento della democrazia. L’unico obbiettivo è colpire il principale partito del paese“.

Anche Speranza vine accusato di utilizzare argomenti altrui, in questo caso del Movimento 5 Stelle. “Le posizioni MDP – dicono dal PD – si avvicinano a quelle dei grillini sul caso Consip”.




Il Movimento 5 stelle

Tonirelli – movimento 5 stelle – che, a sorpresa, accusa Orfini ed il Pd di velate minacce a quelle, finora, definite dai pentastellati “squallidi pennivendoli” cioè i giornalisti.

Poi c’è Di Maio, che definisce Renzi e Boschi “Bugiardi incalliti ed inquinatori della politica“.

Infine Di Battista, che si dice certo del fatto che Renzi sapesse di essere intercettato e abbia detto quelle frasi apposta.




Forza Italia

Da Forza Italia, Gasparri attacca il PD parlando di “ipocriti.

Hanno fatto un uso politico della giustizia – dice – e ora dovrebbero avere il buongusto di tacere“.

Da notare le parole del Magistrato Anti ‘ndrangheta, Gratteri.

Quando c’è una fuga di notizie – afferma – escono o dalla Procura o dalla Polizia Giudiziaria. In genere, quando quest’ultima fa la fuga di notizie c’è, quanto meno, una sorta di silenzio – assenso da parte della Procura




Facebook Comments
Condividi

1930total visits,3visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento