TAP Salento: Il TAR del Lazio dà il via libera all’espianto degli ulivi

Condividi

Tap Salento: nessuna marcia indietro.

C’è il via libera all’espianto degli ultimi alberi d’ulivo nella zona di approdo del gasdotto TAP a San Foca di Melendugno nel Salento.

La decisione è stata presa dal Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio. E’ stato respinto il ricorso presentato dalla regione Puglia.

La Regione chiedeva di annullare l’autorizzazione concessa dal Ministero dell’Ambiente.




L’opera che dovrebbe portare il Gas dall’ azerbaigian a l’Europa, attraversando il territorio italiano: è stata dichiarata infrastruttura strategica di preminente interesse per lo Stato.




Tap Salento: le motivazioni del Tar

Data la sua “improtanza strategica”, “il titolare di una facoltà di controllo è il Ministero in ordine al rispetto della valutazione dell’impatto ambientale” questo è quanto hanno sentenziano i giudici del TAR del Lazio.

Il 6 aprile scorso, la Regione Puglia, aveva ottenuto un primo stop dei lavori, che erano comunque in uno stadio avanzato.




Dei 211 alberi d’ulivo, che avrebbero dovuto lasciare il posto al gasdotto, ne erano rimasti soltanto 12.

Un numero, talmente esiguo, da non giustificare l’interruzione dei lavori che quindi, andranno avanti.

Nel frattempo, dal comitato No-Tap fa sapere che la mobilitazione e la protesta contro il compimento dell’opera andrà avanti senza sosta




Ti potrebbe interessare: Porro insulta il comitato NoTap

 

Facebook Comments
Condividi

1400total visits,1visits today

Un pensiero riguardo “TAP Salento: Il TAR del Lazio dà il via libera all’espianto degli ulivi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento