ONG: la polemica dopo le parole del Procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro.

Condividi

A rendere ancora più torbide le acque, lungo la rotta dei migranti, il sospetto che dietro al traffico di vite, ci sia un coinvolgimento delle Organizzazioni Non Governative (ONG) impegnate nei soccorsi in mare.




Solo ipotesi, nessuna prova, ha precisato il Procuratore di Catania Carmelo Zuccaro.

Le tesi del Procuratore, hanno scatenato una bufera politica e non solo.




Le ONG potrebbero essere finanziate dai trafficanti: Soldi contanti.

Un giro d’affari, quello dell’immigrazione, che parte dalla Libia, in grado di fruttare quanto quello della droga“.

Le parole del Magistrato, che da tempo ha acceso un faro sul ruolo degli operatori umanitari nel Mediterraneo e sul possibile rapporto con gli scafisti. 

Alcune ONG” ha dichiarato Zuccaro “punterebbero a destabilizzare l’economia italiana per trarne dei vantaggi”. Continua “Non quelle come Save the Children e Medici Senza Frontiere, che da anni operano correttamente, ma su altre occorre capire da dove arrivano i finanziamenti“.




E’ un dovere per un procuratore parlarne” ha spiegato Zuccaro “ho voluto denunciare un fenomeno. Non seguo le persone concedendomi una Deroga Riserbo“. Questo però non sembra essere piaciuto a Palazzo Chigi: “ricostruire la storia dell ONG, come la storia di collusi con i trafficanti è una menzogna” il pensiero del Ministro Della GiustiziaOrkando e invita la Procura di Catania a parlare con gli altri: “le questioni denunciate non possono essere sottovalutate” aggiunge il Ministro dell’Interno, Minniti convinto che sia necessario evitare la generalizzazione.




Dura la reazione di organizzazioni come Caritas, Save The Children ed Emercency, con quest’ultima che definisce ignobili le polemiche sulle ONG.




Facebook Comments
Condividi

2057total visits,1visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento

 

Se ti piace scrivere e vuoi dire la tua, noi diamo visibilità al tuo pensiero.

Scrivi anche tu su notiziedallarete.it contattaci

e mail: info@notiziedallarete.it