Livorno: giovane 18enne muore folgorato dai cavi di alta tensione della stazione

Condividi

Livorno. Forse per una sfida, forse per un gioco assurdo, il tragico epilogo di una bravata.




Aveva solo 18 anni, Giordano Cerro, ed era originario di Roma. E’ morto folgorato, per una scarica elettrica alla stazione di Livorno.

Il giovane, in compagnia di un amico 17enne, era salito sul tetto di un vagone di un treno, in sosta sul binario 9, utilizzato come scalo merci. Alzandosi in piedi, ha toccato inavvertitamente, con la testa, i cavi dell’alta tensione ed è stata la fine.

Una scarica da 3000 volt non gli ha lasciato scampo: è morto sul colpo.

Illeso l’amico, anche lui di Roma.




Livorno: stavano facendo uno stage

Entrambi, studenti di un Istituto Alberghiero, si trovavano a Livorno per uno stage presso un albergo della città toscana.

I due ragazzi avrebbero scavalcato il muro di cinta della stazione e quello del deposito treno, per poi girovagare tra i binari. Ad un tratto, quella ragazzata, tanto assurda, quanto drammatica.




A dare l’allarme e a raccontare quanto accaduto, è stato il 17enne rimasto miracolosamente illeso mentre, per Giordano Cerro, purtroppo, non c’è stato niente da fare.

 




Fonte: tgcom24
Facebook Comments
Condividi

968total visits,3visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento