Licenziati i due dipendenti Lidl che filmarono le due donne Rom rinchiuse nel gabbiotto mentre rovistavano tra i rifiuti

Condividi

Ricordiamo tutti il video che, a febbraio scorso, fece il giro della rete dove, due donne Rom, urlavano a squarciagola dopo essere state rinchiuse nel gabbiotto dei rifiuti del supermercato Lidl, a Follonica, da due dipendenti.




Stavano rovistando nei cassonetti quando, due impiegati, le hanno, appunto imprigionate, per poi filmare la scena e pubblicarla on-line.

Infuocate allora le polemiche e, immediata la reazione della società: “Lidl Italia si dissocia e condanna ferrmamente comportamenti di questo tipo“. – scriveva in una nota – “L’azienda sta valutando le circostanze e si avvarrà di tutti gli strumenti a disposizione“.




Lidl: parola mantenuta

Il primo di questi strumenti, era stato un provvedimento disciplinare con sospensione dei lavoratori. Procedimento che ora è arrivato a conclusione. L’azienda ha deciso di licenziare i due dipendenti. Per essere precisi, è stato lincenziato uno dei due – un 35enne assunto a tempo indeterminato – mentre per l’altro – 25enne assunto a termine – il contratto non sarà rinnovato.

Inutili, sino ad ora, le loro giustificazioni. “Abbiamo agito così” – hanno detto più volte – “solo per evitare che le donne rubassero gli scarti del punto vendita“. Aggiungono “Non siamo stati noi a caricare il filmato su Facebook“.

I due, dovranno ora decidere se impugnare, o meno, il provvedimento.




Lidl: Il video




Facebook Comments
Condividi

1001total visits,3visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento