Padre impicca la figlia in diretta Facebook

Condividi

Una storia che ha travolto il mondo non solo del web nelle ultime ore La notizia del terrificante video di un omicidio in diretta Facebook ha ormai girato il mondo con più di 200.000 visualizzazioni prima del blocco da parte delle autorità.

La tragedia inizia con una comune lite fra marito e moglie per questioni di gelosia da parte del marito Wuttisan Wongtalay. Il giovane padre si convince del fatto che la sua sposa Jiranuch Trirat lo abbia tradito e per questo cerca le prove ispezionando il cellulare della donna in cerca di prove.

In preda alla disperazione la donna si allontana di casa lasciando il marito con la figlia da soli. Purtroppo non sa cosa farà il marito.

Passano le ore e Jiranuch cerca di contattare Wuttisan al telefono ma risulta spento. Da qui iniziano le ricerche quando il fratello della donna trova sul profilo Facebook di Wuttisan un video che ritrae una terribile scena. Nel video il giovane padre Wuttisan impicca la figlia Beta di soli 11 mesi e registra una diretta. La durata è di circa quattro minuti. Alla vista del video partono le ricerche della polizia che identificano il luogo della tragedia, un vecchio albergo della città di Phuket.  Quando gli agenti arrivano al terzo piano dell’hotel scoprono la scena raccapricciante della bambina e del padre tutte e due impiccati.


Diretta Facebook e Youtube

Non solo la notizia ha fatto il giro fra le persone ma anche il video è diventato virale non solo su Facebook ma anche su Youtube (che blocca il video dopo 15 minuti dalla pubblicazione). Nonostante il filmato è stato visionato da tante persone solo dopo ore è stato identificato e bloccato dalla rete. Anzi, un canale televisivo decide di mostrare il video apertamente, oscurando il volto della bambina. Facendo sentire i pianti fino alla morte.

A differenza di questa emittente la BBC decide di chiamare le autorità per bloccare il video. Stava passando nelle mani e alla vista di troppe persone. Manda le condoglianze per le perdite violente. Per quanto riguarda i controlli del social la polizia thailandese ha deciso di non accusare Facebook per il mancato controllo. Non si possono controllare le dirette dei video istantaneamente.



Fonte: lastampa.it

Facebook Comments
Condividi

1217total visits,2visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento

 

Se ti piace scrivere e vuoi dire la tua, noi diamo visibilità al tuo pensiero.

Scrivi anche tu su notiziedallarete.it contattaci

e mail: info@notiziedallarete.it