Gp del Bahrain: seconda vittoria della Ferrari di Vettel. Terminato il dominio delle frecce d’argento?

Condividi

Gp del Bahrain: quella di oggi è la seconda vittoria stagionale di Vettel e della Ferrari.

Grazie a questo risultato, il pilota tedesco conduce la classifica mondiale dei piloti. Al secondo e terzo posto si sono classificate le due Mercedes di Hamilton e Bottas.

Questa vittoria è molto importante, non solo perchè permette al pilota della Ferrari di condurre la classifica dei piloti, ma anche perchè è un’ulteriore conferma sul fatto che il gap con con la Mercedes è stato annullato.

E’ da un pò di tempo che, in Formula 1, non si generava uno scenario così avvincente. A trarne beneficio sarà lo spettacolo che potrà creare il prosieguo della stagione.




Gp del Bahrain: l’analisi

E’ un dato di fatto che la casa anglo tedesca, rispetto alla Ferrari, è superiore nelle qualifiche, ma per quanto riguarda il passo gara, la casa di Maranello ha una marcia in più.

Quella del Gp del Baharain è una vittoria che evidenzia come, il team di Maranello, abbia le idee molto chiare riguardo il comportamento della macchina al variare delle mescole. Analizzando bene la gara si può notare come, questa caratteristica, sia stata fondamentale per la vittoria finale.

E’ stata decisiva la partenza perfetta di Vettel. Hamilton partiva dalla parte sporca dela pista che, sicuramente, ha contribuito a fargli perdere qualche metro di troppo. Il tedesco della Ferrari è stato bravo ad interporsi tra lui e Bottas.

E’ stato proprio in quel momento che, dal muretto, è stato deciso di riproporre “l’undercut”: facendo uscire subito Vettel per il cambio gomme, costringendo così la Mercedes ad una mossa difensiva.




Come è accaduto in Cina, anche in questo caso, si è dovuto fare ricorso alla Safety Car che ha “agevolato” i piloti della casa anglo tedesca. A gara ripresa, il vantaggio di Vettel, era decisamente inferiore, rispetto a quanto sarebbe dovuto essere senza l’intervento della Safety Car.

Le caratteristiche della vettura (miglior passo gara), e la bravura di Vettel, hanno reso vano ogni tentativo di recupero da parte di Hamilton che le ha provate tutte.

Va detto che è stata fondamentale anche la penalità di 5 secondi inflitta ad Hamilton: ha rallentato Daniel Ricciardo nella corsia dei box.

Anche il premier Gentiloni esulta per la vittoria della Rossa, ed esterna il proprio entusiasmo con un post su twitter:




Gp del Bahrain: considerazioni

La gara si è conclusa con un sostanziale equilibrio e a fare la differenza, sono stati proprio i 5 secondi di penalità che ha scontato Hamilton.

Hamilton, a Shanghai, subito dopo il taglio del traguardo, rivolgendosi al tecnico Merceds disse: “Quest’anno non possiamo sbagliare nulla” e la gara di oggi ne è la prova.

La scuderia Anglo-Tedesca, oggi ha commesso almeno due errori: oltre alla “stupida” manovra di Hamilton che ha rallentato Ricciardo nella corsia Box, è stato gestito male anche il doppio pit stop in occasione dell’intervento della safety car.

E’ proprio il caso di dire che, il dominio delle frecce d’argento è terminato




Gp del Bahrain: ordine di arrivo

1 Sebastian Vettel (Ger) Ferrari 1:33:53.373
2. Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes +00:06.600
3. Valtteri Bottas (Fin) Mercedes 00:20.397
4. Kimi Raikkonen (Fin) Ferrari 00:22.475
5. Daniel Ricciardo (Aus) Red Bull 00:39.346
6. Felipe Massa (Bra) Williams 00:54.326
7. Sergio Perez (Mex) Force India 01:02.606
8. Romain Grosjean (Fra) Haas 01:14.865
9. Nico Huelkenberg (Ger) Renault 01:20.188
10. Esteban Ocon (Fra) Force India 01:35.711
11. Pascal Wehrlein (Ger) Sauber a 1 giro
12. Daniil Kvyat (Rus) Toro Rosso a 1 giro
13. Jolyon Palmer (Gbr) Renault.

Gp del Bahrain: ritirati

Fernando Alonso (Spa) McLaren, Marcus Ericsson (Sve) Sauber, Carlos Sainz Jr (Spa) Toro Rosso, Lance Stroll (Can) Williams, Max Verstappen (Ola) Red Bull, Kevin Magnussen (Dan) Haas, Stoffel Vandoorne (Bel) McLaren.




Fonte: Ansa

Facebook Comments
Condividi

1816total visits,2visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento

 

Se ti piace scrivere e vuoi dire la tua, noi diamo visibilità al tuo pensiero.

Scrivi anche tu su notiziedallarete.it contattaci

e mail: info@notiziedallarete.it