Brexit: May richiede elezioni anticipate per gestire la Brexit

Brexit. E’ stato un fulmine a ciel sereno, quello che ha colpito per l’ennesima volta la vicenda Brexit. Ieri in un discorso, che è apparso abbastanza nervoso, la premier inglese Theresa May, ha indetto le elezioni anticipate, nonostante fosse stato chiaro, nei discorsi delle scorse settimane, di non ricorrere al voto.




Invece, dopo quanto accaduto ieri, il voto dovrebbe avvenire il prossimo 8 giugno e servirà per sgomberare il terreno dai possibili ostacoli nel percorso della Brexit.

Il primo ostacolo riguarda proprio quello delle divisioni all’interno del suo stesso partito.Il secondo ostacolo, invece, riguarda quello dell’esigua maggioranza, che è di solo 17 deputati,  ereditato dal precedente governo di David Cameron.

Con 20 punti di percentuale di vantaggio, sull’opposizione laburista, Theresa May tenta la zampata con cui ottenere, da un parte il mandato popolare, e dall’altra presentarsi con una “posizione rafforzata” al tavolo delle trattative con Bruxelles.




Coalizione Anti Brexit

Secondo i sondaggisti si tratterà di una vittoria a mani basse, anche se si parla di una coalizione Laburista, liberal democratica e dei verdi.

Il Puond recupera terreno e si attesta ai livelli più alti degli ultimi 5 mesi. Malissimo la Borsa di Londra che, come risaputo, operano sopratutto aziende straniere, che stanno risentendo della valuta Britannica che ieri ha chiuso con un -2,47%.

 




 

899total visits,2visits today

2 pensieri riguardo “Brexit: May richiede elezioni anticipate per gestire la Brexit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

Non ti costa nulla

Basta un click su “mi piace”