Amazon: La Guardia Di Finanza vuole vederci chiaro.

Condividi

Come già successo per Google ed Apple, oggi, anche per Amazon, si vuole quantificare a quanto ammonterebbe l’evasione fiscale.




Si fa presto a dire “le grandi multinazionali dell’ Hi-Tech non pagano le giuste tasse“. Molto più complicato è stabilire quanto, questi gruppi enormi, che fissano le loro sedi Europee nei paesi a più bassa fiscalità, come Irlanda o Lussemburgo, riescono ad eludere.

Secondo l’accertamento della Guardia Di Finanza, il Gruppo, guidato da Jeff Bezos, avrebbe sottratto al fisco italiano, 130 milioni di euro. Nei cinque anni che vanno dal 2009 al 2014.

I finanzieri si sono mossi dopo che, circa un anno fa, la Procura di Milano, ha iscritto nel registro degli indagati, cinque manager europei del gruppo.

Un’altro passaggio significativo, nella battaglia contro le strategie dei giganti del web, per evitare di pagare le tasse, nei paesi in cui effettivamente operano.




Apple – per stare ad uno degli ultimi esempi – ha trovato l’accordo con l’Erario per versare 318 milioni. A fronte di una contestazione iniziale di quasi 900 milioni.

Al momento ci sono provvedimenti aperti anche per Google, Amazon e Facebook“. Ha di recente confermato la Procura di Milano.




Per Amazon di che cifre parliamo?

La società, che in una nota ribadisce di pagare tutte le imposte che sono dovute in ogni paese in cui opera, è nata nel 1994, all’alba di Internet, a Seattle. Ha iniziato con il commercio di libri, per poi allargarsi a tantissimi altri prodotti. Sopratutto prodotti elettronici.

Nel primo trimestre di quest’anno, ha fatturato oltre 35 miliardi in tutto il mondo.




Nel quinquennio contestato, il giro d’affari, nel nostro paese, è stato di circa 2 miliardi e mezzo. Va ricordato, che solo nel 2015 la società ha aperto una Partita IVA italiana. Ancora oggi, i flussi finanziari di Amazon, vengo diretti, in larga parte, verso il Lussemburgo.




Facebook Comments
Condividi

1254total visits,8visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento

 

Se ti piace scrivere e vuoi dire la tua, noi diamo visibilità al tuo pensiero.

Scrivi anche tu su notiziedallarete.it contattaci

e mail: info@notiziedallarete.it