L’intelligenza artificiale batte l’intelligenza umana

Condividi

L’intelligenza artificiale sembra essere più intelligente del proprio creatore: l’uomo

Dopo essere stato sconfitto nel gioco degli scacchi, Go ed il poker classico, è di poche ore fa la notizia che l’uomo ha perso, contro l’intelligenza artificiale, anche nella variante del gioco del poker “Texas Hold’em” – considerata una delle variabili più complesse -.


Il software che ha “lottato” contro l’uomo si chiama DeepStack, ed è riuscito a dimostrare che riesce ad “adattarsi” alle situazioni, “ragionando” in modo diverso, in base al momento e, appunto, alla situazione, riuscendo ad “intuire” la probabile mossa dell’avversario.


La descrizione del programma, la si può trovare sulla rivista Science.

Il programma è stato elaborato tra Canada e Repubblica Ceca, con il coordinamento di Michael Bowling.

DeepStack è riuscito a sconfiggere 10 giocatori professionisti su 11 e sono state giocate un totale di 3000 partite, nell’arco temporale di 4 settimane.

A differenza del gioco degli scacchi, del Go e dellla dama, il poker, dal punto di vista del ragionamento, è molto più “complesso”, per il semplice fatto che con i suddetti, si possono calcolare le “mosse possibili” in base all’atteggiamento dell’avversario: per questo il gioco del poker viene definito un “gioco imperfetto”.

DeepStack, rispetto agli altri programmi di intelligenza artificiale, è riuscito a migliorare la capacità di pensare ad ogni possibile situazione durante il gioco grazie a una tecnica di ri-soluzione continua.


Bowling, in una sua dichiarazione spiega come funziona il sistema: “Insegniamo al sistema a imparare a valutare le situazioni – ed aggiunge – Ogni situazione è una mini-partita di poker. Invece di risolvere la partita intera, il programma risolve milioni di queste micro-partite, ognuna delle quali lo aiuta a rifinire la sua intuizione su come funziona il poker”

Va detto che, nonostante l’enorme mole di probabilità da calcolare, il programma ha risposto, ad ogni mossa, in modo molto veloce, impiegando massimo 3 secondi “prima di decidere”.

 

 

Condividi

755total visits,3visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

… scusa il disturbo …

 …per noi la visibilità è importante.

Basta un click sul tasto “mi piace”.

Grazie e buon proseguimento

 

Se ti piace scrivere e vuoi dire la tua, noi diamo visibilità al tuo pensiero.

Scrivi anche tu su notiziedallarete.it contattaci

e mail: info@notiziedallarete.it